Energeticasa

Approfondimenti

Chi può usufruire della detrazione

Possono usufruire della detrazione 55%:
- persone fisiche
- contribuenti che hanno redditi da impresa (persone fisiche, società di persone e capitali)
- associazioni tra professionisti
- enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
Indipendentemente che questi siano residenti e non residenti, proprietari, inquilini o che abbiano il contratto di comodato, purché esercitino un qualsiasi diritto reale sull’immobile.
Possono godere dell' agevolazione del 55% anche i familiari che convivono con il possessore o detentore dell' immobile oggetto di intervento. (coniuge, parenti entro il 3° grado e gli affini entro il 2° grado) e i condomini per interventi sulle parti comuni.
Nel caso di vendita o in caso di successione dell' immobile le quote residue non ancora utilizzate andranno a vantaggio del nuovo proprietario.

Corrette modalità di pagamento per ottenere il 55%

Le spese che si intendono portare in detrazione devono essere tutte pagate prima della redazione della pratica ENEA tramite gli appositi modelli che ogni istituto bancario ha predisposto ad hoc. È sufficiente richiedere tale modello allo sportello prima di effettuare il pagamento.
È possibile godere del 55% anche nel caso in cui il contribuente decida di sostenere la spesa tramite un finanziamento, a condizione che i pagamenti rateali siano pagati mediante bonifico per tutta la durata della detrazione.

Cos’è l’asseverazione

Nell’asseverazione il tecnico attesta che gli interventi sono conformi ai valori previsti normativa e che è quindi possibile ottenere la detrazione.
Tale documento va sempre unito alla pratica inviata all’ENEA in forma originale, timbrato e firmato.

Cosa s’intende per fine lavori

Come data di fine lavori s’intende la data di collaudo, tale data non deve per forza coincidere con la data dei pagamenti. L'Agenzia delle Entrate sostiene inoltre che per interventi che non richiedono il collaudo come la sostituzione delle finestre fa fede la documentazione di chi ha eseguito l'intervento, ad esempio il serramentista, il rivenditore, l'installatore o il tecnico che di occupa della redazione della pratica stessa.

Quali sono gli interventi semplificati e quali no

La normativa prevede che per interventi di sostituzione dei serramenti, installazione di una caldaia a condensazione in sostituzione ad un vecchio generatore di calore, installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda è sufficiente inviare i dati relativi al lavoro eseguito tramite il portale ENEA e unirlo all’asseverazione sempre obbligatoria.

Convenzioni attive (termotecnici, serramentisti, ecc.)

Il settore specializzato Energeticasa da anni vanta numerose attive collaborazioni con i più importanti produttori e rivenditori di prodotti che possono rientrare in detrazione. Fino ad oggi sono molti infatti i serramentisti, termoidraulici e artigiani che, grazie alla costante assistenza offerta da Gruppo, hanno visto incrementare la qualità e la quantità di vendita di prodotti e di servizi.
Il Gruppo Olivero è sempre aperto ad accogliere e valutare nuove iniziative e nuove cooperazioni mantenendo come obbiettivo quello di offrire un servizio vantaggioso per i suoi clienti.

Il 55% anche sostituendo il vecchio boiler

Dal primo gennaio 2012, sostituire il vecchio scaldabagno con uno a pompa di calore rientra negli interventi di riqualificazione energetica che danno diritto alle detrazioni fiscali del 55% sulle spese sostenute. Lo ha stabilito la Camera con un emendamento. Tale incentivo ha lo scopo di miglioramento le prestazioni energetiche nelle unità abitative e commerciali con il considerevole vantaggio di ridurre i costi in bolletta per la produzione dell'acqua calda sanitaria. Un'ottima occasione, dunque, per risparmiare e per rendere il proprio immobile.